Investimenti immobiliari in Europa, raggiunto il livello più alto dal 2007

casa_5_gtres_a00183257_003_13Nella prima metà del 2015, gli investimenti immobiliari in Europa hanno fatto registrare i livelli più elevati dal 2007. A dirlo un report di Savills, che ha esaminato la situazione di 16 Paesi europei. Nei primi sei mesi dell’anno sono stati registrati investimenti per 102,5 miliardi di euro, la migliore performance dal 2007 e in aumento del 25% sullo stesso periodo del 2014.

Lydia Brissy, direttore del team di ricerca europea di Savills, ha spiegato: “In linea con le nostre previsioni, il mercato degli investimenti immobiliari europei si dirige verso la chiusura d’anno a 230 miliardi di euro, con gli investitori istituzionali che continuano a privilegiare le piazze ‘core’. Regno Unito, Francia e Germania rappresentano infatti ancora il 67,8% del volume totale”.

L’attività di investimento è guidata dal settore degli uffici, con una quota media del 39% sul totale delle transazioni in ogni Paese. Il rapporto ha poi evidenziato che in Paesi come l’Italia, il Portogallo e la Polonia la quota di investimenti da parte di investitori esteri ha superato l’80%. Il nostro Paese, inoltre, insieme a Portogallo e Norvegia, ha registrato la maggiore accelerazione degli investimenti nel secondo trimestre 2015 rispetto a quello precedente. In particolare, in Portogallo l’accelerazione è stata del 720%, in Norvegia del 391%, in Italia del 154%.

Fonte: idealista.it